Tag

, , , ,

Pubblicato su www.nextme.it 

Come ve la immaginate l’auto del futuro? Elettrica? Solare? Volante?

La nota casa automobilistica General Motors ha una visione piuttosto pratica delle esigenze di domani. La parola chiave è ‘risparmio’, e si riferisce sia alla mole di stress che accumuliamo nel traffico cittadino, sia ai consumi, e di conseguenza al portafogli e l’ambiente.

In che modo però un auto può aiutarci a risparmiare cosi tanto? Semplice, secondo GM: la soluzione è nell’autonomia, o più precisamente nella maggiore automazione.

Ok, è evidente che l’idea non è del tutto nuova: ma l’applicazione proposta da GM lo è decisamente, perché quando per esempio ci si riferisce al parcheggio in autonomia, lo si intende davvero. Nel senso che l’auto ‘vi scarica’ nel punto che preferite, e va da sola a cercare parcheggio, risparmiandovi stress e consumi. Una volta ‘sola’, va diretta verso il parcheggio più vicino, fosse anche a chilometri e chilometri di distanza. E per concludere, potrete richiamarla via smartphone non appena avrete finito di fare quello che stavate facendo, e farvi venire a prendere.

Incredibile, no?

Tutto merito della comunicazione ‘vehicle to vehicle’, parte integrante del nuovo concept di General Motors: le auto sono connesse fra loro tramite un sistema wireless che permette una comunicazione continua e costante, e tale connessione garantisce la massima sicurezza in termini di automazione, tanto che le auto potrebbero viaggiare da sole e a grande velocità senza neppure sfiorarsi.

La vehicle to vehicle communication è in realtà la chiave di volta della mobilità futura, secondo GM, in grado di ridurre emissioni, traffico, incidenti e congestioni cittadine.

E a proposito di incidenti, vale la pena fare una previsione ancora più a lungo termine: i veicoli del futuro, viaggiando in totale sicurezza, potrebbero essere riprogettati secondo le nuove esigenze, trasformandosi in mezzi più leggeri grazie a una nuova scelta di materiali. Risultato? Consumerebbero ancora meno.

Benchè l’idea di una maggiore automazione dei mezzi abbia sempre affascinato le case automobilistiche, è solo negli ultimi anni che i progetti iniziano a prendere forma. La DARPA, la GM, le università e persino Google si fanno promotori del nuovo e vincente concept.

Noi al momento possiamo solo aspettare che diventi realtà.

db

Annunci