Tag

, , ,

Pubblicato su www.nextme.it

Se normalmente puntate tutto sulla ‘contrattazione’ col vigile quando prendete una multa, la notizia di un occhio elettronicoche veglia sulle infrazioni stradali della città di Genova non vi farà certo piacere. Il nuovo sistema di ‘street control’ infatti, che partirà in via sperimentale dal 20 giugno prossimo, non lascia spazio all’umana coercizione, poiché viaggia montato sul tettuccio dell’auto municipale e documenta con video e foto ogni infrazione senza alcun margine di parzialità. La sperimentazione avrà la durata di sei mesi, tempo entro il quale i trasgressori incalliti dovranno abituarsi e adattarsi all’idea che il parcheggio selvaggio in doppia o tripla fila, così come quello in sosta vietata o riservata agli invalidi, non è più un’opzione conveniente per evitare ritardi o lunghe passeggiate. E mentre il comune mette a punto le prime due auto dotate di telecamere mobili (ideate dalla società Elsag), i cittadini lamentano già l’assenza della componente umana, l’unica capace di distinguere una sosta di pochi minuti da un’infrazione bella e buona. Ma l’occhio elettronico preposto al controllo degli automobilisti di Genova è pensato anche per questo: oltre a fotografare la targa, documenta anche l’interno dell’autovettura, e così nessuno potrà dire la fatidica frase “Mi ero appena fermato!”. La ‘sanzione multimediale’ giungerà poi direttamente nelle case dei cittadini indisciplinati sotto forma di notifica d’infrazione, e stavolta, di fronte all’evidenza, nessun ricorso li potrà salvare. db

Annunci