Tag

, , , , , , , , ,

Pubblicato su www.nextme.it

Non tutti hanno avuto occasione di ammirare la cometa di Halley nell’ormai lontano 1986, e non tutti l’avranno al suo prossimo passaggio, nel 2061. Ci vogliono infatti ben 75 anni perché essa compia un giro completo attorno al sole e si lasci ammirare dalla terra, ma se sarete fortunati e sufficientemente motivati, potrete goderne almeno un po’proprio stasera, 6 maggio.

L’orbita di questa stupefacente cometa, infatti, si accosta a quella terrestre in due punti lungo il suo lento girotondo, producendo una singolare pioggia di meteore: uno è a metà del prossimo Ottobre, l’altro cade tra la fine di aprile e i primi di maggio, con un picco di visibilità intorno al 6, precisamente.

Quando le due orbite si incontreranno, sarà possibile ammirare l’annuale pioggia di meteore tecnicamente definita ‘Eta Acquaridi’ per via della sua posizione di provenienza, la costellazione dell’Acquario, appunto. Più che di vere e proprie meteore, però, si tratta di uno sciame di detriti di piccolissime dimensioni che impattano contro l’atmosfera e che si rendono visibili solo in alcuni momenti dell’anno.

Questa volta però, lo spettacolo bisognerà guadagnarselo con un po’ di pazienza e tenacia, poiché la luce lunare disturberà l’osservazione proprio quando, in teoria, darebbe maggior soddisfazione: per chiunque osservi dal di sopra della linea dell’equatore, infatti, il sorgere della luna impedirà una visualizzazione ottimale.

Se quindi vorrete ammirare le circa 60 meteore l’ora previste per venerdi, dovrete approfittare dei momenti in cui la luna non ha ancora fatto capolino nel cielo, ed è preferibile che restiate rivolti verso est, cioè proprio verso la costellazione dell’Acquario. Preferibilmente, osservate il cielo lontano da fonti di luce, fra l’ora del crepuscolo e la mezzanotte: non occorrono strumenti speciali, l’occhio nudo è senza dubbio il miglior mezzo di cui potreste disporre. Oltretutto, lo sciame di meteore viaggerà a una velocità pari a circa 66 km al secondo, perciò sarà difficile non notarlo nel cielo immobile.

Se poi siete dei perfezionisti, procuratevi una comoda poltrona e magari una dolce compagnia con cui condividere lo spettacolo, mettetevi comodi e… lasciatevi incantare da quel che resta della cometa di Halley. Quando sarà tutto finito, potreste sempre darvi ancora appuntamento per il 2061, per lo show originale.

db

Annunci