Tag

, , , , , , , , , ,

Quando si dice ‘avere un progetto ambizioso’. Nel caso specifico, l’aggettivo è persino riduttivo: perchè come lo chiamereste voi, tuffarsi in un’avventura per il semplice gusto di costruire un micromondo ideale lavorando mesi e mesi fra infinite difficoltà? EQOFESTIVAL è alla fine dei conti una sorta di follia collettiva: quella di un gruppo di ragazzi tanto incoscienti quanto, a guardar bene, anche capaci.

Perchè sbaglio dopo sbaglio uno impara pure, e vi dirò che ci vuole perseveranza anche a sbagliare e poi ricominciare tutto da capo,   chè onestamente mollare in certi casi è la cosa più facile di tutte.

Invece l’idea di EQOFESTIVAL, da sempre incrollabile, sembra tenere insieme tutto e tutti, quasi che l’indiscutibilità dell’avvenuta magia stia lì a mettere d’accordo punti di vista che altrimenti non s’incontrerebbero mai.

EQOFESTIVAL non è più un progetto, è una creatura, forgiata anche e soprattutto dalle divergenze, cresciuta con l’amore e la dedizione, e adesso che s’appresta a diventare grande mi accorgo che con questa creatura cresciamo anche noi.

Presumo anzi che per noi, noi che l’abbiamo creata, plasmata e portata fino qui questa creatura, per noi che che con lei e per lei siamo cambiati anche un pò,  sia questa, dopotutto, l’esperienza d’un mondo possibile.

db

 

Annunci