Tag

, , ,

Pubblicato su www.nextme.it 

Regolare il volume del proprio seno in base al capriccio del giorno o alla maglietta che si indossa è probabilmente il sogno di ogni donna. E la chirurgia estetica come sempre asseconda le volontà femminili con soluzioni sempre nuove.

L’ultima trovata arriva dall’America e benchè sia stata pensata per ragioni che poco hanno a che vedere con la vanità, il collegamento è immediato: si tratta infatti di una protesi a ‘aggiustabile’, che consente di aumentare la taglia ottenuta attraverso un intervento chirurgico fino a oltre il 30 percento del volume iniziale.

L’impianto è infatti dotato di una piccola pompetta: quando viene attivata la pompa rilascia un fluido che, attraverso una valvolina, finisce iniettato nella protesi su comando. Un meccanismo nato per scopi terapeutici, in particolare per la regolazione delle simmetrie su quelle donne che, ad esempio, hanno subìto l’asportazione di un seno e successivamente hanno scelto di intervenire chirurgicamente.

Gli specialisti, dunque, invitano alla prudenza: “Queste protesi sono pensate per donne con particolari problemi e vanno utilizzate solo laddove ci sono indicazioni precise, non per fini estetici”.

E la precisazione è d’obbligo: ve le immaginate le vanitose ossessive a giocare con la propria taglia giorno dopo giorno fino a scoppiare? E tutte le indecise, che cambierebbero forma  a seconda dell’occasione?

Sarà bene che strumenti simili restino sotto stretto controllo, o non solo non saremo in grado più di riconoscere la nostra migliore amica, ma dovremo anche soccorrerla quando avrà esagerato a ‘pompare’.

db

Annunci