Pubblicato su www.nextme.it

Si chiama PR2 ed è un robusto robot disegnato e sviluppato per offrire una varietà di servizi utili la cui  programmazione si fa via via più sofisticata; selezionare e consegnare birra è oggi uno di questi servizi, ed è pensato per i lavoratori in ufficio, affinchè possano permettersi di non interrompere le proprie attività in corso recandosi al bar o presso un distributore automatico.

La versione di base di PR2, nata verso la fine del 2006 per opera di Scott Hassan (impiegato del gigante Google già all’epoca), è oggi nella mani del Ricercatore in Robotica Willow Garage, California, noto per averne ampliato con grande fantasia le potenziali applicazioni fino a progettare e sviluppare il servizio “Beer Me” per l’ufficio. L’idea di base è piuttosto semplice: come davanti ad un un normale distributore il cliente seleziona l’oggetto del consumo ed esso viene immediatamente consegnato: nel caso specifico di PR2 l’ordine  avviene comodamente dal proprio computer per mezzo di un software cui risponde un robot che, accertata la disponibità del prodotto, lo preleva dal frigorifero e lo distribuisce direttamente al consumatore presso i suoi uffici.

PR2 in sostanza opera in questo modo: ricevuto l’ordine, si reca materialmente verso il frigorifero (è dotato di due ruote per muoversi con facilità), usa le “braccia” per aprirlo e una videocamera integrata per riconoscere l’etichetta della birra selezionata; infine la preleva, depositandola in un apposito scomparto posto in basso e studiato per il trasporto sicuro, richiude il frigorifero e viaggia verso il destinatario.  All’occorrenza PR2 può anche stappare la bottiglia. In caso di esaurimento del prodotto richiesto, PR2 chiude il frigorifero e ne segnala l’indisponibilità all’interessato, in attesa di nuovo ordine.

Il robot PR2, discendente di PR1, è già dotato di diverse applicazioni che lo rendono eventualmente giocatore di biliardo, compagno di danza e barista, appunto: la piattaforma di base è frutto delle ricerche della Standford University su licenza BSD, un software totalmente open source. Wilson Garage, “padre” di questo modello, ha introdotto con orgoglio i primi 11 esemplari del PR2 nel corso di una festa  organizzata per l’occasione e tenutasi il 26 maggio 2010: nulla esclude che le future applicazioni renderanno il prototipo avviato sempre più simile ad un personal robot e sempre più utile a seconda dei contesti e dei bisogni in ufficio e a casa.

db

Annunci